Le norme per le strutture antisismiche

Le norme tecniche per le costruzioni sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale il 20 Febbraio 2018. La Circolare Applicativa va a sostituire la precedente relativa alle NTC 2008 con lo scopo di “fornire agli operatori del settore, ed in particolare ai progettisti, opportuni chiarimenti, indicazioni ed elementi informativi per una più agevole ed univoca applicazione delle norme stesse”.

 

Il capitolo 7 delle NTC 2018 si occupa della progettazione in presenza di azioni sismiche ed introduce i criteri generali di progettazione e modellazione delle strutture, anche in relazione all’impiego dei programmi automatici di calcolo. La Circolare dal punto di vista progettuale introduce alcune novità e si rivolge direttamente al progettista sui provvedimenti da adottare in caso di terremoti.

 

Rispetto alla versione precedente il capitolo 7 delle NTC introduce alcune novità come:

  • La scomparsa di riferimenti alla zonazione sismica.
  • La distinzione tra progettazione in capacità e gerarchia delle resistenze
  • L’adozione di tavole sinottiche dei diversi coefficienti al fine di facilitare i confronti tra le diverse tipologie e i diversi stati limite.

Caratteristiche delle costruzioni antisismiche

La norma prevede che le costruzioni siano dotate, il più possibile, di struttura iperstatica caratterizzata da regolarità in pianta e in altezza.

Per quanto riguarda gli edifici una costruzione può essere definita regolare in pianta se rispetta la simmetria di distribuzione di masse e rigidezze rispetto a due direzioni ortogonali, ovvero i casi in cui il contorno di ogni orizzontamento è convesso.

Riferendosi ancora agli edifici invece una costruzione è definita regolare in altezza se rispetta le condizioni secondo cui massa e rigidezza variano gradualmente o rimangono costanti, il rapporto tra la capacità e la domanda allo SLV (Stato limite di salvaguardia della vita) in termini di resistenza non è significativamente diverso e se i restringimenti della costruzione della sezione orizzontale avvengono con continuità da un orizzontamento al successivo.

operaio-lavoro-antisismico

Distanza tra le costruzioni e altezza massima in zona antisismica

I progettististi devono prestare particolare attenzione alla distanza tra costruzioni adiacenti che deve essere tale da evitare episodi di martellamento. Bisogna dare la giusta importanza anche all’altezza massima degli edifici che deve essere giustamente limitata, in funzione delle capacità in resistenza, rigidezza e duttilità.

L’altezza degli edifici può essere limitata anche in funzione della larghezza stradale, i regolamenti e le norme possono definire la distanza minima tra il fronte dell’edificio ed il ciglio della strada.

Criteri generali in zona sismica

 

Le NTC 2018 indicano che le costruzioni soggette ad attività sismica devono essere progettate secondo un comportamento strutturale non dissipativo o un comportamento strutturale dissipativo.

Nel primo caso le membrature e i collegamenti rimangono in campo elastico, mentre nel secondo un determinato numero di membrature e/o collegamenti rimane in campo elastico con la restante parte della struttura che evolve in campo plastico.

Dopo aver seguito questi principi i progettisti possono scegliere tra le varie soluzioni tecniche concepite appositamente per la resistenza ai terremoti.

operaio-lavoro-antisismico

Prodotti antisismici T2D

La ricerca e l’esperienza hanno fatto in modo che T2D potesse fare un’accurata ricerca e sperimentazione per dare vita ad una vera e propria muratura antisismica di ultima avanguardia.

La muratura armata firmata T2D 2 è ricavata esclusivamente da argilla, estratta dalla stessa cava situata a ridosso degli stabilimenti. Costruire con questi materiali significa fare uso di prodotti robusti e strutturalmente affidabili.

Ogni prodotto passa attraverso un rigorosissimo sistema di controllo nei prodotti da costruzione. I laterizi che rientrano nel sistema di rintracciabilità vengono marchiati “T2 tracks” e sottoposti a prove di resistenza e compressione, così da garantire le migliori prestazioni meccaniche ed elevata sicurezza strutturale.

Il prodotto Tris Portante si fonda su blocchi portanti antisismici preassemblati con una struttura di aggancio meccanico chimico. Sono caratterizzati da una massa volumica lorda e da una percentuale di foratura perfetti per la creazione di murature portanti in ogni zona sismica.

operaio-lavoro-antisismico

T2D Leader in Italia nella produzione di laterizi

T2D nasce dall’esperienza e dalla storia di aziende ed imprenditori che hanno saputo guardare lontano ed attraverso un’operazione di fusione tra Toppetti e Donati Laterizi hanno dato vita al più grande gruppo nazionale del settore. T2D è presente sul territorio nazionale che con 4 stabilimenti dislocati in Umbria, Toscana e Piemonte. T2D progetta e realizza sistemi costruttivi in laterizio per garantire elevati standard qualitativi, condizioni di comfort indoor ideali e ambienti sani.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI T2D

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dell'edilizia, scopri materiali costruttivi all'avanguardia e i loro impieghi più interessanti e scopri i consigli dei nostri esperti. Entra nel mondo T2D.

 SISTEMA TRIS®

SAFETY LAB CENTRO ITALIA

MURATURA ARMATA 2.0

L'ITALIA, UNA STORIA DI LATERIZI

PrintShare