Materiali tradizionali

ARCHITRAVI IN LATEROCEMENTO

DOWNLOADS

L’architrave tralicciato in laterocemento è un manufatto innovativo, sia per la particolare forma del laterizio, sia per l’inserimento del traliccio elettrosaldato.

Questo tipo di manufatto realizza una perfetta continuità con la muratura portante e con le tramezze evitando segnature dell’intonaco ed eventuali ponti termici; la speciale geometria e foratura del laterizio permettono di avere un manufatto coibentato che consente un notevole risparmio energetico e previene la formazione di muffa e condense.

L’introduzione del traliccio e l’impiego di calcestruzzo ad alta resistenza realizzano un manufatto rigido che può essere assimilato ad una trave a V.
La presenza della doppia armatura collegata da staffe inclinate a 45° rende il manufatto adeguato ad ogni condizione di vincolo: temporaneo in semplice appoggio, permanente in semi-incastro. Per un corretto utilizzo si consiglia di appoggiare il manufatto per 25 cm sulla muratura.

Il ciclo industriale di produzione è lo stesso utilizzato per la produzione dei travetti tralicciati; una opportuna vibrazione in fase di getto garantisce il completo avvolgimento dei ferri di armatura. Il basso peso proprio (circa 14 kg/ml) consente una facile movimentazione e posa in opera.

I vantaggi che rendono questo manufatto competitivo rispetto a quelli tradizionali sono inoltre dovuti al duplice utilizzo. In posizione piana, singolo o abbinato, per armature portanti; in fianco singolo per tamponamenti interni. L’architrave è prodotto in lunghezza da 1 a 3 m con misure intermedie ogni 25 cm.

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI T2D

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dell'edilizia, scopri materiali costruttivi all'avanguardia e i loro impieghi più interessanti e scopri i consigli dei nostri esperti. Entra nel mondo T2D.

PrintShare