Login ‹ T2D

LATERIZIO E CLIMA ESTIVO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Laterizio termico

alte prestazioni tecniche e basso impatto ambientale

 

 

Il laterizio è il materiale da costruzione a minor impatto ambientale sia in fase di produzione che nell’abitazione finita.

 

PRODUZIONE

Derivato unicamente dall’argilla, materia prima naturale e abbondante in natura, il laterizio è caratterizzato da un ciclo produttivo che in linea di principio è rimasto identico da millenni:

 

ESTRAZIONE > PREPARAZIONE DELL’ARGILLA > PRODUZIONE > ESSICCAZIONE > COTTURA

 

 

ABITAZIONE FINITA

Negli ultimi anni, nuove procedure di trasformazione della materia prima in prodotti finiti, hanno portato a scoprire potenzialità inesplorate in grado di garantire elevatissimi standard qualitativi.

>> ISOLAMENTO TERMICO IN CLIMA ESTIVO

Elevata massa che garantisce un elevato sfasamento termico

>> ISOLAMENTO TERMICO IN CLIMA INVERNALE

Grazie alle numerose camere d’aria presenti lungo la direzione parallela al senso del flusso termico

>> TRASPIRABILITÀ

La cieca tendenza ad isolare sempre può portare a problemi di muffa e condensa. Il laterizio è il materiale da costruzione più traspirante

>> COMFORT

Isolamento termico, acustico e traspirabilità si traducono in qualità della vita e benessere abitativo

>> RISPARMIO ENERGETICO

Elevate capacità isolanti che consentono di minimizzare i costi per il riscaldamento in inverno e per la climatizzazione in estate

>> DURATA NEL TEMPO

Rispetto ai sistemi a cappotto il laterizio ha una maggiore resistenza agli urti e una durabilità definibile millenaria

L’importanza di un involucro massivo in clima estivo

I componenti dell’involucro edilizio sono spesso descritti in maniera molto riduttiva, da un singolo parametro, la trasmittanza termica: bassa trasmittanza termica significa minore consumo energetico per il riscaldamento.

Assumere la trasmittanza come unico indicatore consente di eseguire analisi energetiche semplificate, cioè in regime stazionario, per le quali sono sufficienti dati climatici molto aggregati, su base mensile o addirittura stagionale.

Da questo approccio semplificato scaturisce la cieca tendenza ad isolare sempre più, fornendo risposte adeguate in clima invernale ma tralasciando al contempo la valutazione in clima estivo.

Il trullo, caratterizzato da un involucro massivo è un classico esempio di costruzione per climi molto caldi

Nel progettare un edificio in clima mediterraneo è necessario intraprendere un approccio volto al risparmio energetico nell’arco dei 12 mesi, considerando anche i valori in regime variabile dell’involucro edilizio con parametri come lo sfasamento.

Le chiusure opache dotate di una massa consistente accumulano e rilasciano il calore in maniera complessa, non solo smorzando i picchi di temperatura dell’esterno, ma differendoli nel tempo: si tratta della cosiddetta “inerzia termica”, che genera benefici molto rilevanti sulle prestazioni energetiche complessive, tanto in estate quanto in inverno.

 

Le murature ECOPOR® si caratterizzano per una
significativa massa frontale

 

L’INVOLUCRO “MASSIVO” ECOPOR® CONSENTE:

>> Elevato sfasamento termico – la quantità di calore che attraversa il muro arriva nell’ambiente con un ritardo temporale di alcune ore

>> Azione termoregolatrice o di “volano” termico – capacità di accumulo delle pareti che consente di stabilizzare la temperatura interna

>> Riduzione fino al 40% del carico termico da raffrescamento estivo rispetto ad involucri leggeri

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI T2D

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dell'edilizia, scopri materiali costruttivi all'avanguardia e i loro impieghi più interessanti e scopri i consigli dei nostri esperti. Entra nel mondo T2D.

 SISTEMA TRIS®

SAFETY LAB CENTRO ITALIA

MURATURA ARMATA 2.0

LINEA ACUSTICA®

PrintShare