Login ‹ T2D

Come costruire in modo antisismico? 

Costruire con materiali by T2D è usare il giusto materiale per costruire case, quindi dei prodotti solidi e anche affidabili a livello di struttura.

Più di 100 anni di esperienza a livello di produzione, con una materia prima dalle ottime proprietà a livello di meccanica e vari test di laboratorio fatti ogni giorno, rendono il materiale byT2D ancora più sicuro, anche ove viene usato in zone molto sismiche.

Le norme di riferimento per costruzioni antisismiche

La creazione di strutture in muratura portante sia ordinaria che armata, è disciplinata oggi dalle nuove Norme tecniche per le costruzioni” (Decreto Ministeriale del 17 Gennaio del 2018).

Con riferimento alla creazione di strutture in muratura portante, viene sottolineato quali siano i materiali utilizzabili in relazione alle differenti condizioni di progetto dellopera e a quali skills essi devono adempiere.

Le skills meccaniche della muratura devono essere messe in relazione a quanto è previsto nel punto 11.10.3 delle NTC 2018, in funzione della tipologia di blocco e della classe di malta usati, oltre che al tipo di giunti con cui si associa la muratura.

Le nuove NTC 2018 danno la possibilità di fare una stima in sede di progetto praticamente tutte le possibili tipologie murarie usabili per la creazione di muratura portante strutturale, dando delle tabelle e delle formule specifiche che vanno usate con grande attenzione.

La nostra argilla è un autentico punto di forza

Poiché è dentro di una zona ad elevato rischio sismico, T2D ha sempre avuto molto attenzione al tema della sicurezza strutturale e delle prestazioni dei suoi blocchi da muro per far fronte alle scosse

Largilla by T2D ha delle skills uniche in termini di prestazioni meccaniche, che se da un lato ne rendono ardua la lavorazione, hanno necessità di processi molto avanzati, dallaltro danno al prodotto finito delle qualità di resistenza a flessione e a compressione davvero impareggiabili.

Il terremoto che ha colpito lUmbria il 26 settembre 1997 è stato una prova della solidità dei blocchi sismici marchiati by T2D, perchè anche in zone molto vicine allepicentro del sisma i tanti edifici fatti con materiale prodotti a Todi non hanno avuto alterazioni di nessun tipo.

I prodotti antisismici by T2D 

Ogni prodotto by T2D è sottoposto al tanti e rigorosi sistemi di controllo nei prodotti da costruzione:

  • Le certificazioni esterne: quindi le prestazioni meccaniche vengono determinate sulla base di normative vigenti attraverso laboratori esterni riconosciuti dal Ministero dei Lavori Pubblici.
  • Il sistema T2 TRACKS®: cioè il sistema di controllo della resistenza a compressione dei blocchi in laterizio che il laboratorio interno fa sulle singole produzioni. T2 Tracks® dà la possibilità di vericare le prestazioni a livello meccanico dei prodotti usati in modo semplice e rapido.
  • La Categoria per i cartigli CE e DOP: il sistema di controllo denominato 2+ ad uso di un ente esterno a livello ministeriale.
  • Lo Supporto tecnico POROTON®: il Consorzio Poroton® si occupa di tutti gli aspetti tecnici e promozionali del termo laterizio alleggerito in pasta ed è un riferimento a livello nazionale nel settore edile. Controlla anche che i prodotti Poroton® rispondano allo standard di qualità e siano conformi alle normative.
  • Il SAFETY LAB CENTRO ITALIA: un percorso di conoscenza ed approfondimento sugli eventi sismici e sulle conseguenze degli stessi.Vengono svolte più di 120 ricognizioni per valutare il comportamento di differenti tipi di costruzione.

Bonus sisma: cos’è e chi ne beneficia

Il Sismabonus 2020 è la detrazione fiscale IRPEF valida sino al 31 dicembre 2021.

E’ stato quindi confermato il superbonus del 110% per tutti gli interventi edili e per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021. 

Si tratta degli interventi relativi all’adozione di misure antisismiche con particolare riguardo all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica, in riferimento specifico sulle parti strutturali, per la scrittura della documentazione per certificare la sicurezza del patrimonio edilizio, e per la creazione degli interventi fatti al fine del rilascio della documentazione stessa. 

Gli interventi che servono all’adozione di misure antisismiche e all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza devono essere fatti sulle parti di struttura degli edifici o insieme di edifici collegati a livello strutturale e include interi edifici e che devono essere eseguiti sulla base di progetti e non su singole unità immobiliari quando si parla di edifici storici.

Per questi interventi, in caso di cessione del credito ad un’impresa e di stipulazione di una polizza che copre il rischio di calamità, i costi della polizza possono essere detratti fino al 90%. 

Non viene specificato niente per quanto concerne un eventuale aumento di classe di rischio sismico quindi il 110% è attivo anche per il passaggio di 1 sola classe. 

I sistemi di monitoraggio strutturale 

Il superbonus del 110% è riconosciuto anche per la creazione di sistemi di monitoraggio strutturale a finalità antisismiche, ma deve essere fatta con uno degli interventi definiti “trainanti” (tipo l’isolamento termico delle superfici orizzontali e verticali, o interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti, o interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento), ovviamente nel pieno rispetto dei limiti di spesa previsti per questi interventi. 

Ma chi sono i nuovi beneficiari?

Aumentata il raggio di chi può beneficiare del bonus e che possono accedere ai nuovi superbonus 110%, che ora sono:

  • i condomini;
  • le persone fisiche, fuori dell’esercizio di attività d’impresa, di arti e professioni, su le unità immobiliari;
  • gli istituti autonomi case popolari (IACP);
  • le cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • dalle organizzazioni non lucrative di utilità sociale;
  • dalle organizzazioni di volontariato;
  • dalle associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale e nei registri regionali e delle province autonome di Trento e di Bolzano previsti dall’articolo 7 della legge 7 dicembre 2000, n. 383.

Vuoi saperne di più? Contattaci o chiedi un preventivo! T2D con il suo staff di professionisti ti dà qualità ed esperienza senza pari! 

PrintShare