Login ‹ T2D

Il laterizio è un prodotto con una base ceramica che viene impiegato, da sempre, in edilizia, che dà un fondamentale materiale da costruzione. 

Viene fatto con argilla depurata, pressata in forme prestabilite, viene asciugata e cotta in forni specifici. 

La composizione dei laterizi

I laterizi sono materiali artificiali fatti da un mix di elementi chimici che possono essere dosati in diverse percentuali. Le argille con cui si crea il laterizio sono quindi composte più che altro da:

  • Ossido di Silicio: dal 45% al 60%
  • Ossido di Alluminio: dal 15% al 20%
  • Ossido di Calcio: circa il 10%
  • Ossido di ferro: dal 4% al 7%

Impastando questi tanti elementi, ne escono fuori tante varianti di materiale che prendono il nome generico di laterizi. Nella norma, cuocendo le argille in stampi stabili, si va a creare un ben determinato prodotto in laterizio. Ognuno di essi ha delle skills che ne determinano la destinazione finale di uso.

La classificazione dei differenti laterizi non sono ben definite e in più non sono univoche. 

La creazione dei mattoni in laterizio step by step

La prima cosa che si fa per creare un laterizio è prendere le materie prime di creazione. Le aziende possono avere delle cave di proprietà da cui estrarre largilla o comprarla da fornitori esterni, nel nostro caso abbiamo cave di proprietà gestite interamente e per tutti i processi da noi di T2D.

Una volta arrivata nello stabilimento, la terra argillosa viene messa in cumuli a strati fatti da strati di materiale differente, in modo che quando questo viene prelevato con dei tagli verticali, il composto sia già ben amalgamato. Per favorire questa miscelazione, largilla viene di solito lasciata riposare per circa un anno prima dell’uso.

Vagliatura e miscele

Una volta trascorso il giusto tempo di posa, la miscela in argilla viene per prima cosa purificata con il processo di vagliatura, che elimina i sassi e gli altri eventuali corpi estranei. Viene poi quindi messa allinterno di cassoni con la sabbia da impasto, dosando le materie prima a seconda del laterizio che si vuole creare. Delle tramogge provvederanno a mescolare il composto, che entrerà a questo punto nel vero e proprio ciclo di produzione.

Miscela argillosa e sabbia arrivano poi alla laminatura, un processo a 2 fasi che vede il composto passare prima in uno macchinario con fori da 1 mm, poi in un 2° laminatoio con fori di circa 0.5 millimetri. Lobiettivo principe della laminatura è quella di sminuzzare i possibili grumi che andrebbero altresì a creare dei difetti nel prodotto alla fine. Con lo stesso scopo viene fatta la setacciatura, che elimina in definitiva anche le più piccole particelle estranee dalla miscela laminata.

È a questo punto che viene aggiunta lacqua, con anche l’aiuto del vapore acqueo, il composto argilloso viene mixato da delle pale rotanti, raggiungendo il grado di umidità che serve per la fase di stampaggio.

Messa in forma dei mattoni di laterizio

La formatura dei blocchi in laterizio è fatta con una mattoniera, ove largilla umida allo stato pastoso viene spinta e compressa contro una filiera, da qui esce sottoforma di nastro continuo che ha la sezione della tipologia di laterizio che si vuole avere alla fine.

La fase dell’essiccazione

La produzione del laterizio va avanti con la fase di essiccazione delle forme argillose: ciò è nella pratica leliminazione di gran parte dellacqua che è nel mattone.

A seconda dellumidità del mattone, questo step può avere una durata che varia. 

La fase della cottura

Una volta finita lessiccazione, i mattoni sono spostati verso il forno con un carrello, che entrerà direttamente nel posto di cottura. Per questo motivo, è molto importante la sistemazione dei mattoni, che dovranno essere distanti in modo che il calore arrivi in modo omogeneo in tutte le parti del blocco. 

Poi i mattoni sono praticamente pronti per l’uso. Gli addetti ai lavori vanno a verificare la conformità del prodotto alle normative vigenti che regolano il settore degli elementi laterizio.

L’uso dei diversi mattoni

Essendo tantissime le tipologie di laterizi sul mercato, ognuna specifica avrà un uso ben deciso.

Per le pareti portanti si saranno più che altro blocchi di grandi dimensioni.

Le NTC, norme tecniche, 2018 in materia di determinazione degli standard meccanici della muratura si mette in continuità con le disposizioni previste dalle precedenti norme tecniche 2008, migliorandole ed ampliandole seguendo anche i codici a livello europeo.

Per le pareti interne e le partite divisorie, si scelgono di più invece i mattoni forati, in cui possono essere messe più facilmente per le tubature e per gli impianti. Queste pareti devono essere al tempo stesso anche resistenti per appoggiare dei carichi di mobilio che ci può essere messo su.

Alla fine, facciamo un focus per i mattoni dedicati allisolamento degli edifici. Sappiamo quanto sia importante per le case avere alte performance a livello di energia che permettano ai suoi abitanti di risparmiare sui costi e vivere in modo più ecosostenibile. Contemporaneamente, però, è importante anche lisolamento a livello acustico degli edifici. 

Per questo, sono stati creati dei mattoni che mixano i benefici del laterizio con le proprietà termiche ed acustiche dei materiali isolanti. Scoprire Tris®, il mattone di T2D con il cappotto termico insito.

La realtà by T2D

Mattoni e bimattoni in laterizio, così come forati e blocchi leggeri, o anche blocchi in laterizio termici, o blocchi portanti antisismici, il solaio in laterizio e le lastre tipo predalles”: questi sono i prodotti della tradizione costruttiva italiana e della tradizione by T2D.  Sono sistemi costruttivi capaci di dare alti standard a livello di qualità, e a livello di comfort perfetti.

Tutti i giorni nei nostri stabilimenti abbiamo rivenditori e cantieri. Nonostante la tradizione e l’esperienza incarniamo un marchio nuovo, che poggia sulla storia di 3 aziende del settore.

Affidati a T2D per i tuoi progetti di costruzione edile e saprai che la professionalità e l’esperienza non verranno mai meno! Usiamo i migliori e più innovativi materiali presenti sul mercato e il nostro staff in è in continuo aggiornamento. 

PrintShare