Login ‹ T2D

L’isolamento acustico e i lavori T2D

Hai bisogno di isolare acusticamente casa o l’ufficio? T2D è specializzata nell’effettuare lavori di isolamento acustico. Le soluzioni costruttive T2D sono caratterizzate da una elevatissima massa superficiale e consentono di ottenere un efficace isolamento acustico.

Il benessere acustico è un’esigenza preminente fra quelle che, nell’ambiente abitato, concorrono a determinare il comfort abitativo e la qualità della vita. Le difficolta’ che sorgono nell’intervenire con efficacia sulle sorgenti del rumore mostrano chiaramente che la via da seguire consiste nella realizzazione di adeguati isolamenti acustici, soprattutto a difesa delle zone destinate al riposo ed alla normale permanenza.

Quando all’interno di una casa o di un edificio si ha intenzione di realizzare un isolamento acustico di una stanza rispetto alle altre molto spesso si tende a pensare che si tratti di un lavoro piuttosto difficile e complicato da mettere in atto. In realtà non è sempre così in quanto ci possono essere delle soluzioni di insonorizzazione indubbiamente molto valide ed efficienti che possono riuscire a creare un isolamento acustico ottimale.

Le norme in riferimento all’isolamento acustico

L’inquinamento acustico ha una forte incidenza sulla persona e il suo benessere, per cui anche lo Stato italiano è intervenuto fornendo una specifica disciplina ai fini di regolare le costruzioni e gli interventi relativi all’isolamento acustico.

In particolare, oggi si fa riferimento ad una specifica normativa, rappresentata dalla Legge 447 del 26 ottobre 1995 (Legge quadro sull’inquinamento acustico) che definisce con accuratezza tutte le competenze degli enti pubblici incaricati di regolamentare, pianificare e controllare tutti quei soggetti che possono provocare inquinamento acustico, sia a livello pubblico che privato.

Da questa legge sono poi nati diversi decreti attuativi e leggi regionali che ogni azienda e/o privato deve cercare di rispettare.

Tra quelle più importanti troviamo certamente il Decreto del 5 dicembre 1997, relativo alla “determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici” che stabilisce tutti i parametri da misurare, i metodi per stabilire con esattezza la valutazione ed i limiti ammessi per ciascun parametro calcolato. Quando avviene, dunque, un superamento di questi limiti si può stabilire che ci si trova di fronte ad fenomeno di inquinamento acustico.

Con l’arrivo delle Leggi comunitarie 2008 e 2009 in materia di isolamento acustico, poi, servirebbero alcune modifiche alla legislazione nazionale sull’acustica. Attualmente, però, non è stato emanato nessun nuovo documento legislativo per cui il Decreto del 5 dicembre 1997 è l’unico attualmente in vigore e gli edifici di nuova realizzazione devono essere costruiti rispettandone i limiti definiti. Tra questi, di certo, bisogna progettare luoghi isolati acusticamenti in grado di proteggere da diversi tipi di rumori tra cui aerei (e calpestio tra differenti unità abitative), rumori provenienti dall’esterno e da impianti a funzionamento continuo e discontinuo.

Sono due, infine, le normative tecniche che riguardano l’acustica in edilizia. Si tratta della UNI 11367: 2010 – “Acustica in edilizia – Classificazione acustica delle unità immobiliari – Procedura di valutazione e verifica in opera” e della UNI 11444 : 2012 “Acustica in edilizia – Classificazione acustica delle unità immobiliari – Linee guida per la selezione delle unità immobiliari in edifici con caratteristiche non seriali”. La seconda normativa tecnica è nata ad integrazione della norma UNI 11367 che determina i criteri di classificazione acustica di un’unità immobiliare sulla base dei risultati di misure fonometriche in opera eseguite sull’edificio. In base a questa norma, ogni singola unità immobiliare è caratterizzata da più classi acustiche, una per ogni tipologia di rumore considerato. 

Come creare l’isolamento acustico per pareti divisorie?

Creare l’isolamento acustico pareti divisorie può indubbiamente rappresentare una soluzione ottimale se eseguita nel modo corretto. Tuttavia bisogna tener presente che in alcuni casi la superficie laterale può perdere parte dell’isolamento acustico. Per poter realizzare l’isolamento acustico delle pareti divisorie è necessario innanzitutto costruire delle contro pareti isolanti. Quest’ultima per essere tale dovrà essere rivestita di fonoassorbente ad alta prestazione all’interno dell’intercapedine.

Naturalmente è importante ricordare che la buona riuscita dell’isolamento acustico è determinata in buona parte dallo stato iniziale della parete. Inoltre è opportuno tenere a mente che per ottenere un risultato migliore di isolamento acustico pareti divisorie, è preferibile eseguire delle misure fonometriche in modo tale da stabilire precisamente di quale prestazione acustica si ha bisogno.

Laterizio Acustico di T2D

T2D ha creato il primo sistema costruttivo in laterizio contro l’inquinamento acustico. Il Laterizio acustico rende l’ambiente sano, definendo il comfort abitativo e migliorando la qualità di vita. Il benessere acustico è una necessità superiore fra quelle che nell’ambiente abitativo partecipano a determinare il comfort e la qualità della vita all’interno della propria casa. I fattori che si intrecciano per garantire ci sono di origine termica, biofisica, acustica e ottica. Perciò, i rumori provenienti da stanze adiacenti, dall’esterno o da fonti meccaniche devono essere contrastati in qualche modo. L’inquinamento acustico, infatti è un disturbo di prima rilevanza nell’assicurare una buona qualità di vita, dato che influisce anche sulla salute fisica del soggetto.

Grazie alla conoscenza in materia, T2D è stato capace di risolvere le difficoltà nate dalle fonti di rumore, realizzando idonei isolamenti acustici, soprattutto a difesa delle zone dedicate al riposo. Infine, i prodotti T2D per l’isolamento acustico delle pareti interne ottengono il valore 50 dB tra distinte unità immobiliari ed il potere fonoisolante dei blocchi della linea Acustica è stata certificata dal Ministero dei Lavori Pubblici.

Isolamento acustico delle pareti

Chi vive in condominio sicuramente avrà sperimentato che dalle pareti confinanti con altre unità provengono numerosi rumori. Secondo il DPCM 5 dicembre 1997 tutte le partizioni verticali che dividono distinte unità immobiliari devono essere dimensionate con un potere fonoisolante apparente di almeno 50 dB.

Nel caso di nuove costruzioni o della realizzazione di una nuova partizione interna (in caso di frazionamento di un’abitazione esistente) si potrebbe optare per un blocco unico con potere di isolamento termoacustico assicurando così un’ottima protezione acustica e termica in ottemperanza alle normative vigenti.

T2D Leader in Italia nella produzione di laterizi

T2D nasce dall’esperienza e dalla storia di aziende ed imprenditori che hanno saputo guardare lontano ed attraverso un’operazione di fusione tra Toppetti e Donati Laterizi hanno dato vita al più grande gruppo nazionale del settore. T2D è presente sul territorio nazionale che con 4 stabilimenti dislocati in Umbria, Toscana e Piemonte. T2D progetta e realizza sistemi costruttivi in laterizio per garantire elevati standard qualitativi, condizioni di comfort indoor ideali e ambienti sani.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI T2D

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dell'edilizia, scopri materiali costruttivi all'avanguardia e i loro impieghi più interessanti e scopri i consigli dei nostri esperti. Entra nel mondo T2D.

 SISTEMA TRIS®

SAFETY LAB CENTRO ITALIA

MURATURA ARMATA 2.0

LINEA ACUSTICA®

PrintShare