Login ‹ T2D
Importanza della tamponatura esterna sul comportamento sismico negli edifici

Importanza della tamponatura esterna sul comportamento sismico negli edifici

Negli edifici con struttura portante a telaio formati da travi e pilastri in cemento armato, i pannelli di chiusura dei predetti telai, la tamponatura esterna, ha un certo rilievo sulla risposta sismica globale.

Gli ultimi eventi sismici hanno posto l’accento sulla capacità che i pannelli di tamponatura esterna di laterizio forato hanno nell’irrigidire in maniera significativa l’intelaiatura portante e inoltre di compensare, mobilitando la propria resistenza, l’incremento delle forze di inerzia che ne derivano.

Nelle fasi progettuali e di verifica le tamponature sono generalmente trascurate in quanto potrebbero invalidare l’analisi delle sollecitazioni e degli spostamenti, facendo perdere la conoscenza dei meccanismi di collasso legati alla loro presenza.

Per quanto riguarda il comportamento singolo delle murature le strutture, a parità di azione sismica agente, subiscono diversificati livelli di danneggiamento in relazione alla loro vulnerabilità; i fattori che la determinano possono rilevarsi nella tipologia strutturale e nelle relative modalità di realizzazione.

Caratteristiche delle strutture in muratura

Per le strutture in muratura, esistono pareti che per le caratteristiche proprie dei loro componenti, sono poco o per nulla resistenti alle sollecitazioni di trazione e inoltre offrono resistenza molto limitata alle azioni che tendono a ribaltarle “fuori dal piano” mentre offrono una migliore risposta resistente per le azioni che tendono a sollecitarle “nel proprio piano”.

Ne discende che una costruzione in muratura è meno vulnerabile quando la sua configurazione strutturale è capace di attivare la sua resistenza all’interno del piano delle murature che la compongono.

Per queste considerazioni è dunque possibile individuare un tipo di comportamento ideale, chiamato “scatolare”, dove i maschi murari sono tra loro ben ammorsati e resi collaboranti per mezzo di un solaio rigido.

La configurazione strutturale di tipo scatolare è raccomandato dalle norme tecniche (NTC 2018) per i manufatti in muratura da edificarsi nelle zone classificate sismiche, con l’accortezza, per quanto possibile, di dotare tutti i muri costituenti l’edificio della funzionalità sia portante che di controvento.

Tamponatura esterna: cosa fare in caso di danneggiamento?

La tamponatura esterna pur essendo degli elementi non strutturali, il loro eventuale danneggiamento costituisce un fatto non secondario.

Come accennato nella progettazione questi elementi sono in genere sottovalutate, però il loro danneggiamento può provocare la perdita di funzionalità della struttura, si pensi alle tamponature inserite in opere strategiche come gli ospedali, dove oltre a comportare gravi conseguenze sulla sicurezza fisica delle persone comporta anche elevati costi di riparazione.

L’esperienza degli ultimi terremoti hanno evidenziato che i maggiori danni si sono verificati in fabbricati che, sebbene ben progettati dal punto di vista delle resistenze alle azioni orizzontali, avendo però bassa rigidezza hanno subito elevati spostamenti di interpiano.

Proprio sulle murature si sono rilevati danni ingenti, anche su quelle di tamponamento costituite da doppie pareti che però erano carenti di corretti collegamenti tra di loro.

Al contrario i tamponamenti che avevano impiegato soluzioni monostrato di maggiore spessore hanno dimostrato un migliore comportamento sismico.

Lesione nei tamponamenti

Le lesioni nei tamponamenti, sia del tipo a “croce” sia con crollo parziale, se non totale della muratura, sono principalmente da attribuire alle elevate deformazioni che la struttura a telaio ha subito in seguito all’evento tellurico.

Evidentemente gli spostamenti sono stati superiori a quelli che i tamponamenti riuscivano ad assorbire, anche perché con modesto spessore o doppie pareti in forati leggeri, facilmente lesionabili con perdita della propria capacità portante per le azioni agenti fuori piano che sono successivamente collassate all’esterno o all’interno.

 

PrintShare