Bonus edilizia 2020: tutto quello che c’è da sapere

La legge di bilancio 2020 ha prorogato e in parte modificato una serie di agevolazioni fiscali, i cosiddetti bonus, che danno diritto a rimborsi consistenti in caso di ristrutturazione edilizia secondo alcuni principi volti al contingentamento delle risorse, il risparmio energetico e la sicurezza sismica. La manovra in oggetto, che ha passato il vaglio del senato   introduce interessanti novità su percentuali di spesa, lavori ammessi e ristrutturazioni condominiali. Vediamole nel dettaglio i bonus introdotti  confermati e come accedervi in caso di ristrutturazione edilizia.

Bonus facciate 2020

La nuova legge di bilancio introduce nuovamente il Bonus Facciate, incentivo dedicato ai condomini che decidono di ristrutturare la facciata del palazzo. Le novità anche in questo caso, sono consistenti e prima di tutto riguardano la percentuale detraibile che si alza al 90% per lavori riguardanti l’involucro degli edifici come la realizzazione di nuovi cappotti termici e in generale di dispositivi legati al risparmio energetico. Il bonus si estende però anche alla manutenzione ordinaria, così dal 2020 risulteranno detraibili anche spese come la sola tinteggiatura delle pareti esterne  e potrà essere cumulato con gli altri incentivi dedicati alla casa. Il funzionamento sarà molto simile a quello degli anni precedenti; infatti, i lavori dovranno essere documentati attraverso i bonifici parlanti ed essere realizzati entro l’anno solare, quindi dal 1 gennaio 2020 fino al 31 dicembre dello stesso anno. Secondo la nuova legge di bilancio, il bonus facciata spetterà  però, solo a quegli edifici situati in zona A , ovvero in centro storico, e B,  zone limitrofe al centro. Questa è l’unica vera limitazione che la finanziaria 2020 ha posto per i bonus condomini.

Bonus ristrutturazioni 2020

Il bonus casa prevede anche il Bonus Ristrutturazioni, ovvero la possibilità di detrarre dall’IRPEF il 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione delle abitazioni private. Le spese, anche in questo caso, devono essere sostenute entro l’anno solare, e il rimborso può essere applicato fino a un totale di 96 mila euro. La detrazione viene rimborsata direttamente sullo stipendio in 10 rate annuali. Per esemplificare poniamo il caso di una ristrutturazione del valore totale di 60 mila euro su un immobile residenziale; in questo caso avremmo diritto ad un rimborso della cifra spesa di 30 mila euro, che verranno suddivisi in rate. Ogni anno quindi riceveremo il rimborso di 3 mila euro accreditato nello stipendio corrente. Questa agevolazione riguarda diverse voci di spesa, parliamo di intervento  manutenzione straordinaria volti al rifacimento di interni, all’acquisto e costruzione di posti auto, bonifiche da amianto, riduzione di inquinamento acustico e molto altro ancora.

Acquisto immobili ristrutturati: quali detrazioni?

A quanto pare da quest’anno sarà più conveniente acquistare immobili ristrutturati. Infatti, per chi sceglie questa tipologia di immobili, verrà applicata una detrazione del 50% sul 25% del prezzo di vendita. Gli immobili in oggetto, però, dovranno essere ristrutturati e venduti dall’azienda appaltatrice entro e non oltre i diciotto mesi successivi alla chiusura del cantiere.

Sisma Bonus 2020

Un capitolo molto delicato è quello relativo al Sisma Bonus, specialmente dopo i disastrosi eventi sismici avvenuti in Italia negli ultimi anni. Il sisma bonus è un’agevolazione fiscale molto importante perché permette di ricevere incentivi consistenti a tutti coloro che apporteranno migliore alla stabilità della casa e metteranno in essere azioni per adeguare in ottica anti sismica l’edificio in oggetto. Anche in questo caso si parla di detrazioni fiscali al 50%, con una spesa massima di 96mila euro, ma la percentuale sale ogni qualvolta che gli interventi fanno salire la classe di rischio dell’edificio, migliorandone le prestazioni. Per esempio,  se l’edificio su cui interveniamo passa da una classe inferiore ad una classe A, la detrazione può salire fino all’80% della spesa sostenuta. Il sisma bonus è stato esteso anche in caso di acquisto di case antisismiche. Questo forse, è l’incentivo più interessante, perché permette a  tutti coloro che abitano in zone ad alto rischio sismico come definite dall’ordinanza del Consiglio dei Ministri 3519/2006, di ricevere una detrazione fiscale fino all’85% sull’acquisto di una casa costruita con criteri antisismici. Attenzione però, il bonus è valido solo per quegli edifici che sono stati completamente demoliti e ricostruiti con materiali edili antisismici e che siano certificati. Il bonus per l’acquisto di una casa antisismica si calcola su un importo massimo detraibile di 96 mila euro.

Eco Bonus 2020

La legge di bilancio ha reiterato anche il cosiddetto Eco Bonus, un incentivo dedicato a ristrutturazioni particolarmente attente al risparmio energetico. Quindi anche per quest’anno ristrutturare o ricostruire con criteri ecologici sarà conveniente e darà diritto ad una detrazione pari al 65% della spesa sostenuta su cappotti termici, dispositivi di produzione di energia pulita, caldaie a condensazione e più in generale materiali termo isolanti. Inoltre, sarà possibile detrarre anche le spese sostenute per le prestazioni professionali, ovvero architetti, ingegneri e studi qualificati coinvolti nella ristrutturazione dell’abitazione. Per presentare richiesta di rimborso è sufficiente allegare alla dichiarazione dei redditi fatture, preventivi e bonifici effettuati e comunicare l’avvenuta ristrutturazione in chiave di riqualificazione energetica all’ENEA.

T2D: termolaterizi per il risparmio energetico

Per ricevere diritto ai bonus, specialmente il sisma bonus e l’eco bonus, è necessario certificare l’innalzamento delle prestazioni dell’edificio oggetto di ristrutturazione o ricostruzione. È importante quindi avvalersi dei migliori materiali con proprietà termiche e antisismiche garantite. T2D, prima azienda in italia per produzione di blocchi in termolaterizio antisismici, offre una serie di soluzioni efficienti e affidabili che garantiranno il massimo delle prestazioni, diminuendo contemporaneamente i tempi di cantiere e i costi di lavorazione. I prodotti T2D presentano sistemi di aggancio brevettati, che garantiscono un taglio termico perfetto, inoltre attraverso la linea acustica, T2D risolve il problema dell’inquinamento acustico all’interno delle abitazioni, con blocchi ad altissime prestazioni fonoassorbenti, efficaci anche a basse frequenze. T2D offre inoltre linee dedicate alla bioedilizia. Blocchi come Ecopor wall o la linea Bio Tris, realizzati con materiali 100% naturali come argilla e farina di legno, ed isolati termicamente grazie all’impiego di pannelli di sughero! Scopri tutte le novità proposte da T2D e i materiali più innovativi per le tue costruzioni!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI T2D

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dell'edilizia, scopri materiali costruttivi all'avanguardia e i loro impieghi più interessanti e scopri i consigli dei nostri esperti. Entra nel mondo T2D.

 SISTEMA TRIS®

SAFETY LAB CENTRO ITALIA

MURATURA ARMATA 2.0

L'ITALIA, UNA STORIA DI LATERIZI

PrintShare