Login ‹ T2D

T2D per la sicurezza sismica

La sicurezza in caso di sisma è il requisito più importante che un edificio deve avere.

Costruire con materiali T2D significa utilizzare il giusto materiale per costruire case antisismiche, cioè prodotti solidi e strutturalmente affidabili.

Oltre 100 anni di esperienza produttiva, una materia prima dalle eccellenti proprietà meccaniche e test di laboratorio quotidiani, rendono il materiale T2D ancora più sicuro, anche laddove utilizzato in zone altamente sismiche.

T2D e l’attenzione alle zone antisismiche

Trovandosi all’interno di una zona ad elevato rischio sismico, T2D ha sempre prestato particolare attenzione al tema della sicurezza strutturale e delle prestazioni statiche dei suoi blocchi da muro.

L‘argilla T2D possiede delle caratteristiche uniche in termini di prestazioni meccaniche al cotto, che se da un lato ne rendono difficile la lavorazione, richiedendo processi tecnologicamente molto avanzati, dall’altro conferiscono al prodotto finito delle qualità di resistenza a flessione e compressione straordinarie.

Il tragico terremoto che colpì l’Umbria il 26 settembre 1997 fu riprova della solidità dei blocchi sismici marchiati T2D, dato che anche in zone molto vicine all’epicentro del sisma i numerosi edifici realizzati con materiale prodotto a Todi non subirono alterazioni di alcun tipo.

I controlli dei prodotti T2D

Ogni prodotto T2D viene sottoposto al più rigoroso sistema di controllo nei prodotti da costruzione:

  • Certificazioni esterne: le prestazioni meccaniche sono determinate in base alle normative vigenti da laboratori esterni riconosciuti dal Ministero dei Lavori Pubblici.
  • T2 TRACKS®: il sistema di controllo della resistenza a compressione dei blocchi in laterizio che il laboratorio di controllo qualità interno svolge sulle singole produzioni. T2 Tracks® permette di vericare le prestazioni meccaniche dei prodotti utilizzati in maniera semplice e veloce.
  • CATEGORIA I PER CARTIGLI CE E DOP: rigoroso sistema di controllo denominato 2+ ad opera di un ente esterno riconosciuto a livello ministeriale.
  • Supporto tecnico POROTON®: il Consorzio Poroton® da oltre 40 anni si occupa di tutti gli aspetti tecnici e promozionali riguardanti il termo laterizio alleggerito in pasta e rappresenta il riferimento assoluto a livello nazionale nel settore.
  • Controlla inoltre che i prodotti Poroton® rispondano allo standard di qualità e siano conformi alle normative vigenti.
  • SAFETY LAB CENTRO ITALIA: un percorso di conoscenza e approfondimento sugli eventi sismici e sulle reali conseguenze. Oltre 120 ricognizioni atte a valutare empiricamente il comportamento di diverse tipologie costruttive.

Cos’è è il Safety Lab Centro Italia?

Safety Lab Centro Italia è un approfondito lavoro di studio sulle conseguenze che gli edifici hanno riportato in seguito ai terremoti del 2016-2017

Oltre 120 ricognizioni atte a valutare empiricamente il comportamento di diverse tipologie costruttive:

  • 72 su muratura portante ordinaria
  • 37 su strutture in c.a. e muratura di tamponamento
  • 16 su muratura portante armata

Con la partecipazione ed il supporto di oltre 90 addetti ai lavori operanti nelle zone coinvolte dal sisma:

  • 35 imprese edili
  • 32 rivenditori edili
  • 27 tecnici tra Architetti, Ingegneri e Geometri

La scelta T2D e la continua innovazione

Noi di T2D abbiamo scelto l’approfondimento perchè crediamo che la disinformazione che colpisce l’Italia a seguito di eventi sismici tende a far sì che sempre più persone mostrino disinnamoramento verso le costruzioni in laterizio, determinando così la preferenza per sistemi costruttivi a secco che mostrano l’indubbio vantaggio di non presentarsi in maniera numericamente adeguata al “collaudo” che inevitabilmente il sisma comporta.

I vari terremoti passati hanno mostrato un comportamento delle strutture in muratura di tipo moderno che è tutt’altro che scadente, palesando l’affidabilità nei confronti dell’azione sismica che è andata al di sopra delle aspettative normative.

È bene sottolineare come il patrimonio abitativo di gran parte delle zone colpite dai sismi è rappresentato da edifici vecchi anche centinaia di anni raggruppati in centri storici sicuramente tipici ed unici sia in termini di fascino architettonico, ma purtroppo anche in termini di qualità dei materiali e dei sistemi costruttivi. Stiamo parlando di edifici costruiti molto prima dell’entrata in vigore delle norme sismiche in Italia o, comunque, costruiti facendo affidamento a normative non evolute come quelle attuali.

È inoltre importante evidenziare l’enorme differenza che passa fra una costruzione in muratura di laterizio di tipo moderno con una costruzione di tipo antico, realizzata in pietra e/o sasso e/o mattoni legati con malta di scarsissima qualità.

Il laterizio è uno dei materiali da costruzione più antichi che esista.

Nel corso dei secoli le tecniche di realizzazione si sono affinate, sono stati aggiunti elementi base che ne migliorano le prestazioni, e le caratteristiche sono aumentate: grazie alla sua porosità ha una buona coibenza termica, è impermeabile, resistente a compressione è soggetto a rottura per urto o sollecitazioni concentrate.

La ricerca T2D

Al fine di apportare migliorie ai propri materiali e considerando di fondamentale importanza l’attività di ricerca di laboratorio, T2D ha svolto e continua a svolgere un’intensa ricerca scientifica dei propri prodotti monitorando costantemente presso il proprio laboratorio o presso laboratori riconosciuti a livello ministeriale.

Dal momento che è evidente che sollecitazioni reali sono molto più probanti rispetto a qualunque verifica di laboratorio, a seguito degli ultimi eventi sismici che hanno interessato l’Italia centrale nell’ultimo periodo, T2D ha deciso di svolgere una prolungata ed estesa attività di ricognizione post-terremoto al fine di verificare sul campo l’effettiva efficienza dei materiali e dei sistemi costruttivi proposti e di cercare, se necessario, una risposta ad eventuali problemi riscontrati.

L’attività di ricerca vuole inoltre riportare l’analisi su aspetti puramente tecnici e di riscontro oggettivo, liberando il campo da insinuazioni di tipo giornalistico, che hanno la colpa di creare falsi allarmismi, ma soprattutto di infangare una cultura italiana ricca di conoscenza e di scienza.

A causa dei ripetuti terremoti che ciclicamente si verificano, si è fatta viva la necessità di non ricorrere più alla classificazione in base alle zone, perché spesso, questa suddivisione ha indotto false sicurezze o meglio, negligenze nella progettazione da parte di imprese e tecnici più attenti ai profitti che alla sicurezza degli utenti finali. In ogni caso, le normative in tal senso esistono e vanno rispettate. T2D sceglie questa strada per la prevenzione.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI T2D

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dell'edilizia, scopri materiali costruttivi all'avanguardia e i loro impieghi più interessanti e scopri i consigli dei nostri esperti. Entra nel mondo T2D.

 SISTEMA TRIS®

SAFETY LAB CENTRO ITALIA

MURATURA ARMATA 2.0

LINEA ACUSTICA®

PrintShare