Login ‹ T2D

Pro o contro POROTON?

Cos’è il poroton?


Il poroton è il temolaterizio per eccellenza
, rappresenta senza ombra di dubbio l’innovazione più importante avvenuta nel campo dei laterizi in questo periodo.

Il laterizio porizzato POROTON è un laterizio alleggerito grazie alla porizzazione ottenuta additivando all’argilla cruda una bella quantità di alleggerente (come ad esempio, farine fossili, farine di cellulosa, farine di legno ecc..).

Come funziona la messa in posa dei mattoni Poroton?


Le caratteristiche importanti per la messa in posa dei mattoni in Poroton sono: una grande manualità ed una grande competenza.

Per quanto riguarda i passaggi: per prima cosa bisogna preparare minuziosamente il piano di posa dei primi blocchi, in modo tale da essere perfettamente orizzontale. Dopo di che si stende uno strato di malta e si lascia essiccare.

Una volta pronto si potrà mettere la prima posa dei blocchi e la relativa verifica che siano perfettamente orizzontali.

Il secondo passaggio avviene dopo la prima sistemazione dei blocchi ed è caratterizzato dallo stendere la malta-colla.

La malta-colla è una particolare malta formata da malta cementizia premiscelata. La stesura di questo prodotto in questione può essere effettuato in due modi, ad immersione o utilizzando la cosiddetta macchina ‘stendigiunto’.

Parlando del primo metodo, ovvero, l’immersione la malta-colla dovrà essere versata in una bacinella in cui verrà immerso il mattone, ovviamente solo il lato interessato all’incastonamento nella parete. Così facendo la malta si aggrapperà in maniera omogenea.

Facendo riferimento al secondo metodo, invece, verrà utilizzato la macchina stendi giunto, la malta verrà versata nella tramoggia e colerà su un rullo sottostante. Questo rullo verrà passato sulla faccia superiore della linea dei blocchi.

Per completare la parete sarà possibile tagliare blocchi di diversa grandezza per riempire eventuali lacune e in ultimo utilizzare una malta cementizia per sigillare il tutto.

Pro al Poroton o è un materiale sopravvalutato?


Innanzitutto bisogna affermare che il Poroton, dal momento che è un materiale di ultima generazione, la sua conoscenza da parte della massa non può essere data per scontata ma, anzi, ad oggi è materiale che va ancora spiegato.

Quindi per rispondere a questa domanda: “Il poroton è un materiale pro?”

Possiamo rispondere definendone i vantaggi e gli svantaggi.

Partendo con l’elencare i pregi di tale termolaterizio innovativo, figurano: le capacità isolanti, resistenza al fuoco e l’ecosostenibilità.

Per quanto riguarda le capacità isolanti, si è visto che un risultato ottimale per la struttura è l’utilizzo del poroton in quanto la sua particolare costruzione e massa dei materiali garantisce un isolamento acustico non indifferente. Non solo, è anche un formidabile volano termico in quanto conserva a lungo la temperatura. I locali, quindi, sono caldi di inverno e freschi di estate. Le capacità isolanti riguardano anche l’elemento acustico. Il merito va, oltre alle caratteristiche di massa, alla presenza degli alveoli.

Sicuramente uno dei pregi del Poroton è la resistenza al fuoco. In questo caso la sua funzione consiste nella perfetta capacità di questo materiale di mantenere la sua forza isolante anche in caso di incendio. Un fenomeno, questo, che in gergo viene chiamato “non partecipazione all’incendio”.


Ulteriore pregio è l’ecosostenibilità: in che senso, vi chiederete?

C’è da sapere che l’impasto del Poroton è composto quasi esclusivamente da argilla cotta e alleggerenti. Ciò implica un processo di produzione a bassa emissione di sostanze inquinanti. Inoltre, anche la dismissione risulta piuttosto agevole, dal momento che l’argilla è un materiale discretamente riciclabile. Ed è per questo che è definito un vero e proprio materiale ecosostenibile.

Una domanda che si pongono in tanti è: POROTON O CEMENTO ARMATO?

A questa domanda è molto difficile dare una risposta netta, in quanto, parliamo di materiali completamente diversi.

È una domanda che molti clienti si pongono spesso perché si ritrovano a dover scegliere tra i due materiali, ma il compito è arduo perché entrambi i materiali portano con sé pregi e difetti. Certo messo in competizione con il cemento armato, il poroton ha meno svantaggi (guarda sopra).


Ma come scegliere?
Anzi, spesso non è nemmeno necessario: una costruzione può essere composta sia da Poroton che da cemento armato. Il primo per le parti in muratura e per gli elementi non portanti, il secondo per gli elementi portanti e con notevoli responsabilità dal punto di vista strutturale. Da ogni modo, il consiglio è di ridurre la presenza del cemento armato se sotto la costruzione grava una falda acquifera, per i problemi di umidità già menzionati (a meno di non installare una protezione in cemento osmotico).

Inoltre, il Poroton dovrebbe rappresentare la prima scelta nel caso in cui si avvertissero particolari esigenze “ambientali”. Se si ha a cuore la tematica ambientalista, e si intende costruire in modo “ecofriendly”, il Poroton è il materiale edilizio migliore.

CONTATTACI!

Come avrai notato da questa lettura la scelta dei materiali è una scelta importante e pensata. Proprio per questo consigliamo pertanto di rivolgersi a dei professionisti, ai quali saranno richieste la pratica e l’esperienza che sono elementi cardine per la buona riuscita della costruzione delle pareti, di qualsiasi natura siano.

A quali professionisti mi riferisco? A Noi di T2D, esperti nel settore e qui per te, per le tue esigenze e per la tua casa.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI T2D

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dell'edilizia, scopri materiali costruttivi all'avanguardia e i loro impieghi più interessanti e scopri i consigli dei nostri esperti. Entra nel mondo T2D.

 SISTEMA TRIS®

SAFETY LAB CENTRO ITALIA

MURATURA ARMATA 2.0

LINEA ACUSTICA®

PrintShare