Bioedilizia e termolaterizi: il futuro delle costruzioni

Gli edifici sostenibili sono progettati per sfruttare efficacemente le risorse disponibili in modo responsabile, nel tentativo di bilanciare l’impatto che l’edificio stesso ha sull’ambiente, ma anche sull’economia e sulla società. Gli edifici sostenibili sono progettati per essere efficienti dal punto di vista energetico, idrico e, più in generale, per sfruttare al meglio ogni risorsa disponibile. Questo significa utilizzare materiali naturali, che siano però progettati per resistere nel tempo e rispondere in maniera positiva agli agenti atmosferici e ai cambiamenti del clima. Il laterizio è sicuramente uno dei materiali migliori, perché coniuga proprietà termiche e fonoassorbenti, pur essendo del tutto naturale e fabbricato con materiali a basso costo e facilmente reperibili; nel tempo si è evoluto fino ad arrivare alle soluzioni di bioedilizia e ai termolaterizi.

Mattoni in argilla: rispetto per l’ambiente a partire dai sistemi produttivi

L’argilla è stata da sempre utilizzata per fabbricare materiali da costruzione. Come già accennato, questo è un materiale che abbonda sulla terra, di facile estrazione e quindi molto economico. Negli ultimi decenni, oltre a sviluppare nuove tipologie di blocchi in argilla ad altre prestazioni, sono stati migliorati in maniera notevole anche i sistemi produttivi stessi.

Oggi, le aziende che producono blocchi in laterizio, sono riusciti a ridurre notevolmente le quantità di acqua, energia e altre risorse necessarie per la produzione di mattoni. E anche dal punto di vista dei rifiuti e delle emissioni di Co2 sono stati fortemente limitati, grazie alle moderne tecniche produttive e alla forte sensibilità che alcune aziende specializzate nella produzione di termolaterizi hanno dimostrato negli ultimi anni. Questo fa del laterizio un materiale di elezione per gli edifici in bioedilizia, perché più sostenibili rispetto ad altri materiali come l’acciaio, che si dimostra, tra l’altro, più soggetto all’influenza di agenti atmosferici, alla ruggine e al calore.

Risparmiare energia con i laterizi

I materiali come i termo laterizi riducono notevolmente il consumo di energia necessaria per far funzionare le abitazioni e gli uffici. Grazie alla loro elevata efficienza, gli sprechi vengono ridotti, non solo grazie alle proprietà intrinseche del materiale usato, ma anche grazie all’eliminazione dei ponti termici, che sono la prima causa di dissipazione di energia negli edifici. La conseguenza sarà non solo un ridotto impatto sull’ambiente dovuto a un minore utilizzo di energia derivante da fonti fossili, ma anche un forte risparmio sui costi di gestione della casa. Consumando meno energia, infatti le bollette di casa saranno più leggere.

Migliore qualità dell’aria con i termolaterizi

I termolaterizi in argilla contribuiscono a migliorare la qualità dell’aria negli edifici perché in fase di produzione viene evitato l’impiego di qualsiasi composto organico volatile, che altrimenti si diffonderebbe nell’aria con effetti nocivi per la respirazione delle persone. Inoltre, i mattoni di argilla sia da bagnati che da asciutti, riducono fortemente la formazione di  qualunque tipo di muffa. In questo modo, le pareti sia interne che esterne costruite in termolaterizio non svilupperanno colonie di batteri che, altrimenti, si diffonderebbero nell’aria dell’abitazione con conseguente aumento di problemi bronchiali e asma. Questo fattore si rivela particolarmente cruciale soprattutto in quei luoghi caratterizzati da climi particolarmente umidi.

Laterizi: acustica superiore

Oltre a ridurre l’inquinamento atmosferico, i mattoni di argilla sono anche eccellenti per ridurre in maniera sostanziale l’inquinamento acustico. Hanno una buona resistenza a tutti i tipi di penetrazione del suono e vantano un’ottima classe di resistenza acustica. Pertanto, utilizzando termolaterizi con proprietà fonoassorbenti nella costruzione di edifici in bioedilizia, si avrà la garanzia di un ottimo livello di comfort acustico rispetto a tutti gli altri materiali da costruzione, che altrimenti dovrebbero subire ulteriori interventi di isolamento, decisamente onerosi dal punto di vista economico

Nessuna materia prima sprecata

I blocchi in termolaterizio sono composti principalmente da argilla, un materiale che troviamo in abbondanza in natura. Quando gli stabilimenti sono situati vicino alla zona estrattiva, si riducono notevolmente i costi di trasporto delle materie prime, il che a sua volta influisce sui costi complessivi e sull’ambiente. Inoltre, quasi tutte le materie prime, che vengono estratte per la fabbricazione dei mattoni di argilla, vengono sfruttati nella loro interezza, riducendo al massimo gli scarti di lavorazione. Questi fattori sono decisivi nelle costruzioni in bioedilizia che dovrebbero sempre tenere conto non solo delle proprietà intrinseche del materiale utilizzato, ma anche dei processi produttivi, della loro integrità e sostenibilità ambientale.

Mattoni in laterizio: nati per durare nel tempo

I blocchi in termolaterizio prodotti con argilla sono molto resistenti e possono durare a lungo nel tempo, senza vedere deteriorate le proprietà termoisolanti e fonoassorbenti. Per questo motivo hanno bisogno anche di pochissima manutenzione. Questo aspetto rende duraturi gli edifici “verdi” e si rivela essenziale perché garantisce prestazioni costanti nel tempo, senza degradazione delle performance in termini di risparmio energetico.

Inoltre, i blocchi in termolaterizio, essendo composti da materiali naturali, sono anche riciclabili. Questo significa che un mattone in laterizio può essere riutilizzato molte volte, ottimizzando anche i tempi del cosiddetto “ciclo di vita” di un materiale.

T2D materiali per la bioedilizia

ECOPOR WALL di T2D, azienda leader nella produzione di materiali per la bioedilizia, è una soluzione ad alte prestazioni termiche e fonoassorbenti. ECOPOR WALL è una linea di blocchi a fori verticali porizzati attraverso farina di legno e realizzata con argilla di primissima qualità. Inoltre, grazie alla loro percentuale di foratura uguale al 45% e la  massa lorda superiore a 800 kg/m3 ECOPOR WALL risulta particolarmente performante in contesti ad alto rischio sismico. La loro peculiare conformazione e i materiali impiegati, 100% naturali, rendono ECOPOR WALL il blocco ideale per costruzioni in bioedilizia.

T2D garantisce, inoltre, una filiera produttiva eco sostenibile: argilla a Km zero, ricavata da giacimenti limitrofi agli impianti produttivi, risparmio energetico ed idrico e pochissime emissioni di Co2. Con ECOPOR WALL è possibile ridurre i tempi di cantiere, grazie al perfetto taglio termico, che elimina la necessità di installazione di cappotti termici convenzionali. Se vuoi ricevere maggiori informazioni sui blocchi T2D, su  ECOPOR WALL e su tutti i materiali per costruzioni edili in bioedilizia T2D contattaci ora, oppure visita il sito!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI T2D

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo dell'edilizia, scopri materiali costruttivi all'avanguardia e i loro impieghi più interessanti e scopri i consigli dei nostri esperti. Entra nel mondo T2D.

 SISTEMA TRIS®

SAFETY LAB CENTRO ITALIA

MURATURA ARMATA 2.0

LINEA ACUSTICA®

PrintShare